Associazione Italiana Sala & Vendita

Blog

La cucina flambè…nel cinema

Di Luigi Manzo

Una delle scene più famose del film “Continuavano a chiamarlo Trinità…” è quando Bud Spencer e Terence Hill vanno al ristorante, infrangendo tutte

Arriva il Cocktail fest di Sarzana

Di Luigi Manzo

AIBM sarà presente al Cocktail fest di Sarzana con due workshop gratuiti:Tecniche di analisi sensoriale dei cocktail del prof. Roberto Lauriana, sulla cor

Cosa non mangiano gli stranieri…in Italia

Di Luigi Manzo

Ha fatto scalpore sui giornali italiani la notizia del ristorante romano che ha ricevuto una multa per aver inserito nel conto ben 80 euro di mancia. Ma al

Libri: Manuale di bon ton

Di Luigi Manzo

Come si gestisce un invito a cena? Si può regalare un cactus? Quali escamotage adottare per mangiare un cupcake farcito di crema senza cadere nel ridicolo

Conoscere e comprendere il vino

Di Luigi Manzo

Conoscere e comprendere il vino, per quanto possa difficile attraverso le pagine scritte (insomma, alla fine si deve pure bere), rappresenta comunque un pr

Arte e scienza del servizio

Di Luigi Manzo

Un approccio moderno alle tecniche di ospitalità nel campo alberghiero e della ristorazione coinvolge diversi tipi di professionalità. Maître, sommelier

Nasce Job Hospitality

Di Luigi Manzo

Nasce JOB Hospitality, il nuovo linguaggio di comunicazione tra aziende del mondo dell’ospitalità alberghiera/ristorazione e persone qualificate che cer

L’uovo di colombo per la sala? Far pagare il servizio

Di Luigi Manzo

…chiariamo! Non è il cliente che deve rimetterci, piuttosto un’altra formula: dare una percentuale al cameriere in baso all’incasso. Per

Cronache d’oro di Damiano Oberoffer

Di Luigi Manzo

La lunga storia della valorizzazione della fonte termale che sgorga nelle Miniere aurifere dei “Cani”, a Vanzone con San Carlo in Valle Anzasca

Le suggestioni della tavola di Damiano Oberoffer

Di Luigi Manzo

La storia della cucina è davvero la storia del mondo. Se la cantante lirica australiana Nellie Melba non avesse affascinato così tanto lo chef Auguste Es