L’uovo di colombo per la sala? Far pagare il servizio

DiLuigi Manzo

L’uovo di colombo per la sala? Far pagare il servizio

…chiariamo! Non è il cliente che deve rimetterci, piuttosto un’altra formula: dare una percentuale al cameriere in baso all’incasso. Per esempio: il 10%. C’è già chi lo fa già, sono pochi i locali, ma sarebbe l’uovo di colombo per trasformare veramente il “portapiatti” in un “venditore” di sala.

In Italia era previsto in passato, come forma di integrazione ad un percentuale di fisso mensile; c’era una tipologia di contratto per i camerieri che ti dava un fisso mensile più il servizio (più tavoli facevi più venivi ricompensato), la cosiddetta “comanda”.

Poi mentre il coperto è rimasto (anche se non è lecito), il servizio è sparito. Eppure sarebbe un buon punto di partenza per rivalutare il servizio di sala.

Info sull'autore

Luigi Manzo administrator